Storia Motociclistica

Ricordo che da piccolo guardavo i motociclisti passare ed a occhi sgranati: volevo essere come loro!

Poi da grandicello, prima col cinquantino Motrom della mamma e poi col mio 125 Benelli, scorrazzavo ovunque, andando a trovare amici, parenti e spesso  solo a fare un giro.

Con l’arrivo del 350 e della serie televisiva Chips decisi definitivamente che sarei sempre andato in moto. Avevo persino dipinto il casco di argento e oro come il loro.
Ma io volevo condividere questa passione con altri e mi ritrovai in un moto club. Gente in gamba, piacevole, ma il cui unico scopo era parlare delle gare e la domenica fiondarsi in qualche ristorantino a mangiare e vedere la gara di 500 (allora massima serie).

Ma io volevo viaggiare, conoscere posti e persone.
Nel 1986 un amico mi presentò il Gruppo Puffo, un gruppo di motociclisti tutti amici tra loro. Dopo alcuni mesi di reciproca conoscenza divenimmo amici e chiesi ed ottenni di entrarci. Per me era entrare nella leggenda, il mio sogno si avverava! Viaggi su viaggi su e già per l’Italia, in Francia, Germania, Austria, Svizzera… l’Europa non era abbastanza per noi.
E ci rimasi nel Gruppo, per 18 anni interi, dei quali 11 come presidente. Nel febbraio 2005 ne uscii pensando di fare del bene al Gruppo, lasciandolo in mani incapaci che tentarono di farlo definitivamente chiudere! Quindi, dopo pochi mesi, sono rientrato in fretta, ho ripreso in mano il tutto ed il Gruppo Puffo è ancora vivo e la sua storia di amicizia, moto e libertà continua, come continua la mia di storia di motociclista, e mai la farò finire, fino all’ultimo.

Entrai nel Gruppo Puffo nel 1987, ne uscii per qualche mese nel 2005, e ne sono ancora dentro adesso, fate voi i conti: ci sono pischelli che mi guardano storto e sono più giovani di età della mia partecipazione al gruppo. Ragazzi: andate in mona e imparate ad andare in moto, che è meglio 😉

Album Navigator